Occlusione intestinale

27 Aprile 2021
Come ottenere il risarcimento nei casi di errore medico da occlusione intestinale?

L’occlusione intestinale è un blocco dell’intestino che non consente il normale transito del suo contenuto, e che può verificarsi sia all’interno dell’intestino crasso che in quello tenue.

Sulla base della tipologia di occlusione intestinale, si possono distinguere due famiglie di patologie:

  • L’occlusione funzionale: dovuta alla paralisi della muscolatura enterica, in genere meno grave
  • L’occlusione meccanica: dovuta alla presenza di un ostacolo fisico o di una massa che impedisce l’avanzare del contenuto, e che spesso può essere fatale per il paziente

 

L’occlusione intestinale è una patologia molto grave che necessita di un rapido intervento da parte del chirurgo e la somministrazione di un’immediata terapia.

L’errore medico associato all’occlusione intestinale, che può consentire il diritto al risarcimento del danno, è la mancata o tardiva diagnosi da parte del medico, che può condurre ad una serie di gravi conseguenze per il paziente, compresa la morte.

La diagnosi di occlusione intestinale in alcuni casi può essere complessa, a causa dei sintomi aspecifici che la caratterizzano, molto variabili e dipendenti dalla sede dell’occlusione, così come dal tempo che è trascorso dal momento del blocco. E’ di fondamentale importanza intervenire in tempi molto rapidi: in meno di 6 ore una semplice occlusione può causare strangolamento e avanzare verso un rilassamento dell’intestino, e un’ischemia che può generare la perforazione dell’intestino con grave rischio di infezione e shock settico.

I sintomi più evidenti sono generalmente improvvisi crampi addominali, nausea, vomito e incapacità di emissione di feci e gas.

L’occlusione intestinale può essere causata da differenti fattori sulla base della sua tipologia.

  • L’occlusione fisiologica può spesso dipendere da infezioni, traumi dell’addome, malattie dei muscoli o del sistema nervoso (ad es. morbo di Parkinson)
  • L’occlusione meccanica è invece spesso dovuta a tumori intestinali, ernie, aderenze chirurgiche, altre patologie come ad es. l’endometriosi

 

Ci sono dieci anni di tempo per richiedere il risarcimento del danno subito a causa di un errore medico per occlusione intestinale.

Se ritieni di esserne stato vittima, ti invitiamo a contattare lo Studio Legale Sgromo. I nostri professionisti saranno a tua disposizione per aiutarti ad avere giustizia.

L’occlusione intestinale è un blocco dell’intestino che non consente il normale transito del suo contenuto, e che può verificarsi sia all’interno dell’intestino crasso che in quello tenue.

Sulla base della tipologia di occlusione intestinale, si possono distinguere due famiglie di patologie:

  • L’occlusione funzionale: dovuta alla paralisi della muscolatura enterica, in genere meno grave
  • L’occlusione meccanica: dovuta alla presenza di un ostacolo fisico o di una massa che impedisce l’avanzare del contenuto, e che spesso può essere fatale per il paziente

 

L’occlusione intestinale è una patologia molto grave che necessita di un rapido intervento da parte del chirurgo e la somministrazione di un’immediata terapia.

L’errore medico associato all’occlusione intestinale, che può consentire il diritto al risarcimento del danno, è la mancata o tardiva diagnosi da parte del medico, che può condurre ad una serie di gravi conseguenze per il paziente, compresa la morte.

La diagnosi di occlusione intestinale in alcuni casi può essere complessa, a causa dei sintomi aspecifici che la caratterizzano, molto variabili e dipendenti dalla sede dell’occlusione, così come dal tempo che è trascorso dal momento del blocco. E’ di fondamentale importanza intervenire in tempi molto rapidi: in meno di 6 ore una semplice occlusione può causare strangolamento e avanzare verso un rilassamento dell’intestino, e un’ischemia che può generare la perforazione dell’intestino con grave rischio di infezione e shock settico.

I sintomi più evidenti sono generalmente improvvisi crampi addominali, nausea, vomito e incapacità di emissione di feci e gas.

L’occlusione intestinale può essere causata da differenti fattori sulla base della sua tipologia.

  • L’occlusione fisiologica può spesso dipendere da infezioni, traumi dell’addome, malattie dei muscoli o del sistema nervoso (ad es. morbo di Parkinson)
  • L’occlusione meccanica è invece spesso dovuta a tumori intestinali, ernie, aderenze chirurgiche, altre patologie come ad es. l’endometriosi

 

Ci sono dieci anni di tempo per richiedere il risarcimento del danno subito a causa di un errore medico per occlusione intestinale.

Se ritieni di esserne stato vittima, ti invitiamo a contattare lo Studio Legale Sgromo. I nostri professionisti saranno a tua disposizione per aiutarti ad avere giustizia.

 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.